Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
rappunesco

Ambasciatore

 

Ambasciatore

Vincenza LOMONACO

 

Vincenza Lomonaco è stata nominata Rappresentante Permanente d'Italia presso l'UNESCO il 18 settembre 2013.

Nell'aprile 2017 gli Stati membri dell'Unesco la eleggono, in rappresentanza dell'Italia, Presidente della Commissione Cultura della 39ma sessione della Conferenza Generale per il periodo 2017 - 2019.

 

CURRICULUM VITAE

Incarichi ricoperti

Dal 16 dicembre 2010, è Direttore centrale per la promozione della cultura e della lingua italiana e Vice Direttore generale per la Promozione del Sistema Paese.

Attività accademica

Laurea in Scienze Politiche, presso l’Università “La Sapienza” di Roma con il massimo dei voti e pubblicazione della tesi di laurea.

1979 – 1982: collabora con la Cattedra di Diritto Internazionale pubblico, diretta dal prof. Riccardo Monaco, presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma.

1980: vincitore di borsa di studio del Ministero degli Affari Esteri e dell’Università di Roma per ricerche e studi presso l’Accademia di Diritto internazionale dell’Aia.

1981: vincitore di borsa di studio offerta dall’Accademia di Diritto internazionale dell’Aia, riservata all’Italia.  

1983 – 1987: collabora con il Prof. Mario Giuliano, Pro-rettore dell’Università degli Studi di Milano e con la cattedra di Diritto Internazionale pubblico, diretta dal Prof. Fausto Pocar, presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Milano.
 

Carriera diplomatica

Nel 1982, a seguito di concorso, entra  nella carriera diplomatica e viene assegnata alla Direzione Generale degli Affari politici - Ufficio per le Nazioni Unite.

Tra il 1982 e il 1990 è a più riprese delegato italiano presso:
• Assemblea Generale delle Nazioni Unite;
• Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite;
• Commissione dei Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite;
• Commissione delle Nazioni Unite per lo spazio extra-atmosferico;
• rappresentante per l’Europa, nominata dai delegati dei Paesi CEE, nell’ambito del gruppo dei negoziatori della Conferenza Mondiale delle Nazioni Unite sulle donne (Nairobi, luglio 1985).

Dal 1986 al 1989 ricopre le funzioni di Primo Segretario dell'Ambasciata d'Italia presso la Santa Sede.

Dal 1989 al 1993 è Console a Montreal.

Dal 1994 fino all’agosto 2001 è Capo dell'Ufficio della Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale, che gestisce gli Istituti Italiani di Cultura. Nello stesso periodo ricopre anche i seguenti incarichi:
• Relatore ai corsi di aggiornamento e formazione professionale organizzati dall’Istituto Diplomatico per il personale dell’Area della Promozione Culturale e per i lettori italiani presso le università straniere.
• Incaricato del coordinamento e della redazione del disegno di legge di riforma degli Istituti Italiani di Cultura.
• Incaricato delle relazioni con le Organizzazioni sindacali per le materia di competenza della Direzione Generale delle Relazioni Culturali.

Dal 1° agosto 2001 al 2004, è Capo della  Segreteria particolare del Sottosegretario di Stato con deleghe per i Paesi delle Americhe,  la Presidenza della Commissione Nazionale per la Cultura italiana all'estero e le Organizzazioni Internazionali del Sistema Nazioni Unite .

Il 2 gennaio 2004 è nominata Ministro plenipotenziario.

Dal 13 dicembre 2004 al 22 Maggio 2006 è Consigliere Diplomatico del Ministro per la Funzione Pubblica. Durante quest’incarico avvia e segue il progetto Human Governance (umanizzazione della Pubblica Amministrazione) in sede internazionale e nazionale. Tale progetto - incluso nel programma europeo a medio termine 2006/2007 e nella risoluzione finale dei Ministri europei della Funzione Pubblica - è stato selezionato per il premio UNDESA delle Nazioni Unite per la Pubblica Amministrazione.

Dal maggio 2006 al novembre 2008  collabora con la Direzione Generale degli italiani all'estero con l’incarico di  coordinare l’azione degli Uffici della Direzione Generale in materia di adozioni internazionali, e in particolare per seguire le problematiche umanitarie nei rapporti con la Bielorussia e la Romania. In seno alla stessa Direzione Generale, ha l’incarico di fornire consulenza sia nella revisione della legge sui corsi di lingua italiana a favore delle collettività, sia delle tematiche linguistiche e culturali. Rappresenta la Direzione Generale nelle riunioni della Commissione Nazionale per la Promozione della Cultura Italiana all'Estero.
Realizza per l’Amministrazione il documento di lavoro "Studio, analisi e mappatura della rete consolare italiana all'estero" e coordina la preparazione della “Guida per l'utilizzazione dei servizi consolari" destinata alle sedi estere.
È anche:
Rappresentante del Ministero degli Affari Esteri alla Commissione per le adozioni internazionali;
Rappresentante del Ministero degli Affari Esteri presso il Comitato per i Minori Stranieri;
Delegato del Ministro degli Affari Esteri in occasione della Conferenza Nazionale della Famiglia;
Delegato del Ministro degli Affari Esteri nella  Commissione per la Salute delle Donne.
Tra il 15 dicembre 2008 e 15 dicembre 2010 è Vice Direttore Generale della Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale.
Nel 2009 è nominata dal Ministro degli Affari Esteri Focal Point responsabile per la parte italiana del primo Forum mondiale dell'Unesco sulla cultura e industrie culturali, tenutosi a Monza nel settembre dello stesso anno.
Nel 2010 è nominata dalla Presidenza del Consiglio dei ministri Vice Coordinatore dell'Anno della lingua e cultura italiana in Russia e della lingua e cultura russa in Italia.
Nel 2011 è Vice - Coordinatore del Comitato interministeriale del Ministero degli Affari Esteri per celebrare il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, guidato e coordinato dal Vice Segretario Generale.
In tale ambito collabora all’ideazione e al coordinamento delle attività nonchè promuove la raccolta dei finanziamenti per gli eventi organizzati dal Ministero degli Affari Esteri per le celebrazioni. In particolare, realizza con il Comitato Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri il cortometraggio "L'Italia del Futuro", focalizzato sulle aree scientifiche di eccellenza del patrimonio culturale, tecnologico e industriale italiano;

Nel 2012 collabora con l'Ambasciata italiana a Washington all’ideazione e al coordinamento delle attività per l'evento tematico "L’Anno della cultura italiana negli Stati Uniti", modello di partenariato pubblico-privato per promuovere all'estero il sistema italiano. Nell’ambito di tale evento, vengono organizzate in tutto il territorio degli Stati Uniti più di 200 importanti eventi, sponsorizzati principalmente da PMI italiane. 
 

Altri incarichi ed esperienze in altri settori

Dal 1995 al 1997, è membro del Consiglio di Amministrazione dell'Università degli Studi di Perugia, in qualità di rappresentante del Ministero degli Affari Esteri.

Dal 2002 è membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Università IULM di Milano, in qualità di rappresentante del Ministero degli Affari Esteri.

Dal 2012 è Presidente della Commissione Fulbright Italia –USA.

E’ relatore nei seguenti seminari per la promozione della cultura italiana all'estero:
• Master sulla promozione della cultura italiana presso l'Università di Genova;
• Master in Economia e cultura presso la "Pontificia Università Lateranense" di Roma;
• Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza;
• Università di Buenos Aires - Facoltà di Scienze della Comunicazione;
• Master di Relazioni Internazionali presso l'Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano.

Nel 2003/2004 ha partecipato attivamente alla creazione e realizzazione delle mostre
"G. di Nittis, impressionista italiano" e "Renato Guttuso" a Roma (Chiostro del Bramante) e Milano (Fondazione Mazzotta).

È membro de :
- Comitato Nazionale per il bicentenario della nascita di Giacinto Gigante;
- Comitato Nazionale per le celebrazioni del Futurismo;
- Comitato Nazionale per il bicentenario della Pinacoteca di Brera;
- Comitato Nazionale per il centenario dell'orchestra di Santa Cecilia.  

Pubblicazioni scientifiche

• Voce "Euratom", in Novissimo Digesto Italiano UTET, Torino, 1983.
• "Le Falkland Malvine alle Nazioni Unite" (1965-1983) in "Rivista di Studi Politici Internazionali", Firenze, 1984.
• Recensioni dei volumi: JHGaudin, “Strategie et negotiation des transferts de techniques”  e  "International BAR ASSOCIATION - codici di condotta per le società transnazionali" in "Rivista Internazionale di Diritto privato e processuale", Padova, 1984.
• Articolo "Nazioni Unite: questi primi 40 anni", apparso nel n. 56 di "Cooperazione", novembre 1985.
• "Il decennio delle Nazioni Unite per la donna". Pubblicazione del Ministero degli Affari Esteri - Presidenza del Consiglio dei Ministri, luglio 1987.
• "Nazioni Unite e Soccorso Umanitario Internazionale" in Quaderno di Affari Sociali Internazionali, edito da Franco Angeli Editore, 1988.
• Articolo sugli Istituti italiani di Cultura sul libro bianco "Immagine ed identità degli Italiani: come ci vedono gli stranieri. I dati degli Istituti di Cultura italiani nel mondo”  Centro Studi stampa romana Francesco De Sanctis, 2002.
• "Human Governance, per una cultura della Pubblica Amministrazione", Presidenza del Consiglio dei Ministri, 2005.

 

________________________________________________________________

 

Ambasciatori precedenti:

(1975 - 1980) Ludovico CARDUCCI
(1983 - 1984) Marco FAVALE 
(1984 - 1987) Alberto INDELICATO 
(1987 - 1991) Giacomo IVANCHICH BIAGGINI 
(1991 - 1993) Michelangelo JACOBUCCI 
(1993 - 1998) Giancarlo LEO 
(1998 - 2002) Gabriele SARDO 
(2002 – 2005) Francesco CARUSO 
(2005 – 2009) Giuseppe MOSCATO 
(2010 - 2013) Maurizio Enrico SERRA
 


8