Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
rappunesco

Tepilora, Rio Posada e Montalbo, nuova Riserva della Biosfera UNESCO

Data:

14/06/2017


Tepilora, Rio Posada e Montalbo, nuova Riserva della Biosfera UNESCO

Tepilora, Rio Posada e Montalbo, sito italiano della regione Sardegna, è stato nominato oggi Riserva della Biosfera UNESCO.

Nel corso della 29 sessione del Comitato Internazionale di Coordinamento del Programma MAB (Man and Biosphere), in svolgimento nella sede UNESCO di Parigi, il Comitato ha approvato la candidatura della Riserva italiana che entra quindi nella Rete Mondiale delle Riserve della Biosfera UNESCO.

Nel corso della cerimonia, a cui ha partecipato una delegazione del Ministero dell’Ambiente e di autorità locali, guidata dall’Assessore regionale alla difesa dell'ambiente Donatella Spano, il Rappresentante Permanente presso l’UNESCO, Amb. Vincenza Lomonaco, ha sottolineato l’importanza della nomina che testimonia l'impegno delGoverno italiano per l'ambiente e lo sviluppo sostenibile.  

La riserva di Biosfera di “Tepilora, Rio Posada e Montalbo” è la 15esima in Italia e la prima che interessa le isole maggiori (la Sardegna è la seconda isola, per dimensione, del Mediterraneo). Comprende un ambiente molto variegato che in pochi chilometri passa dalla montagna al mare e costituisce un esempio emblematico, per tutto il mediterraneo, di equilibrio dinamico tra biosfera e presenza umana (con testimonianze archeologiche a partire dal Neolitico) che ha sviluppato diversi paesaggi culturali e naturali nel corso dei secoli.

Si tratta di una Riserva che include 17 Comuni, delle due provincie di Olbia-Tempio e Nuoro. La popolazione residente è di circa 50 mila persone e si quintuplica nel periodo estivo per le presenze turistiche. La presenza umana, con la sua armonica relazione con il territorio e con la valorizzazione della cultura e delle tradizioni ancora presenti, è proprio l’elemento caratterizzante di questo ambiente, che, attraverso un processo di conservazione attivo, ha permesso la costituzione e la protezione di paesaggi, ecosistemi e biodiversità.


181